• Lunedì-Venerdì 07-14 - 16:30-19 / Sabato 07-13:30

Brazadela ferrarese, un dolce ricco di storia

Un dolce antico ma sempre attuale, fatti stupire dalla brazadela

La brazadela è certamente uno dei dolci che più tipicamente parla di tradizioni, di usi e costumi di un popolo. Un dolce semplice con ingredienti poveri e genuini, come le persone che vivevano in queste terre. Un popolo legato al territorio, in un mondo di terra e acqua dove il fiume Po si intreccia con le terre della Pianura Padana creando un ambiente perfetto per la coltivazione.

La brazadela, un dolce che non conosce confini

La brazadela non è solo ed esclusivamente ferrarese, esiste quella delle zone di Imola, di Forlì e anche di Faenza e di Ravenna. Come si nota sono tutte della stessa zona geografica pur sfociando in comuni diversi. Son proprio tutte uguali? Non proprio, variano un pochino per forma e per aromi utilizzati, chi la fa con l’anice, chi con la vanillina, oppure il caffè e ancora la scorza del limone. Quella vogliamo raccontare in questo articolo è la brazadela ferrarese.

La brazadela ferrarese

La brazadela ferrarese è una delle più classiche e semplici sia come ingredienti che come gusto. Gli ingredienti sono pochi e comuni come quelli di molti altri dolci senza fronzoli o decori: farina, zucchero, uova, lievito, burro… sembra l’inizio di una qualsiasi ricetta ma la brazadela ferrarese si ferma qui. Tutta la semplicità dei suoi ingredienti si traduce in un sapore delicato che incontra il gusto di tutti.

La brazadela ferrarese, un nome eloquente

Brazadela ferrarese, un dolce che, come anticipato in questo articolo, nasce dalle usanze contadine della gente delle nostre zone. Il nome brazadela ferrarese, così come il suo gusto e i suoi ingredienti, non è esente dall’influenza locale. La brazadela deriva infatti dal termine braz, che in italiano sarebbe braccio. Cosa lega un dolce semplice e contadino con il braccio? Apparentemente nulla ma è importante vedere come gli usi e i costumi, ancora una volta, abbiano la risposta. Un tempo, nelle osterie, dove regnava la convivialità e la condivisione, l’oste stesso era solito passare tra i tavoli dei propri clienti per rimpinguare i bicchieri col suo vino o per scambiare due chiacchiere sul cibo e sul servizio.

Questa attività veniva svolta in modo molto agile, passando da un tavolo all’altro e muovendosi tra le sedie. La tradizione vuole che, insieme al vino, l’oste portasse la brazadela ferrarese appoggiata al braccio, da qui il nome brazadela.
Con questa tradizione si spiega non solo il nome, ma anche la forma e la consumazione: la brazadela ferrarese è allungata invece che circolare, proprio per imbracciarla meglio; l’abitudine di intingere la fetta nel vino a fine pasto viene proprio dalle osterie antiche dove ci si sedeva davanti a un buon bicchiere di rosso e si chiacchierava in amicizia.
Ecco come la brazadela, col suo sapore semplice e la sua consistenza morbida ma friabile richiama tutta la storia di un dolce che nasce da tempi antichi e da persone umili ma creative.


Contattaci per informazioni

Per informazioni e disponibilità sui nostri prodotti. Ti risponderemo in breve tempo.

Concedo il consenso *
Newsletter

Chi Siamo

Il panificio "Il Panetterie" di Ferrara, lavorando in modo artigianale, produce un buon pane fragrante e profumato come la "Coppia Ferrarese", specialità di Ferrara; e ampliando la scelta dei prodotti sia di pane che di dolci.

Cashback World

Punto Vendita