• Lunedì-Venerdì 07-14 - 16:30-19 / Sabato 07-13:30

Un dolce tipico di Ferrara, la Brazadela ferrarese

Gusto semplice e genuino e pochi ingredienti: scopri i segreti della brazadela

La brazadela ferrarese è solo uno dei molteplici dolci tipici della città estense, basti pensare al castagnaccio, i tamplun, la torta di tagliatelle, l’intramontabile tenerina… e allora perchè questo dolce dal nome così particolare rimane tra i più caratteristici?

La brazadela ferrarese: cos’è?

Tanto per cominciare è il caso di spiegare un po’ come si presenta questo dolce. Si tratta di un piatto povero, come molti piatti della cultura ferrarese, ed assomiglia a una ciambella. L’impasto deve essere un po’ consistente, non soffice e spumoso ma più tendente al secco.
La brazadela ferrarese è infatti un dolce perfetto per la colazione, ottimo inzuppato nel caffè, nel latte e pure nel tè. Perfetto per la colazione ma anche per il fine pasto, non è insolito infatti vedere persone che decidono di intingerne una fetta nel vino come dessert a pranzo o a cena.

La brazadela ferrarese, ciambella senza buco

Una cosa che può stupire, almeno in tenera età io rimanevo sempre colta da perplessità, è che la brazadela, cioè la ciambella ferrarese, in realtà non ha il buco.
Quindi quando la nonna per la merenda mi dava la ciambella io a volte non capivo perché si presentasse come una fetta dolce che all’apparenza sembra quasi una fetta per le bruschette non fosse che è dolce e quindi cambia per consistenza, colore, gusto… ma la forma è quella!
Di fatto la brazadela ferrarese è un panetto lungo e stretto che in cottura tende un po’ a distendersi e che viene poi servito a fette.

Brazadela ferrarese: un nome di storia vissuta

Il ferrarese, come dialetto, è una lingua pratica e semplice. Nella sua schiettezza dei termini è racchiusa la saggezza popolare e la semplicità di un popolo che è sempre stato prevalentemente legato alla terra.
Il termine brazadela ferrarese, infatti, deriva dalla parola italiana braccio. Pare che questo dolce dalla forma lunga venisse portato a braccio dall’oste che, girando per i tavoli, con una mano serviva vino ai commensali e con l’altra portava la brazadela.

Povera ma ricca di significato: la brazadela ferrarese

La brazadela ferrarese è un piatto povero, fatto con ingredienti semplici che le persone potevano recuperare facilmente in campagna.
Pur essendo un dolce così economico racchiude in sé un messaggio di augurio di buon auspicio. Basti pensare che la brazadela ferrarese è presente in documenti risalenti al 1250 ed è sempre indicata come il dolce delle ricorrenze importanti e dei momenti di festa.
Per il sacramento della cresima, nel passato, il padrino e la madrina erano soliti regalare al neo cresimato una brazadela.

La brazadela ferrarese ai giorni nostri

Ora questa usanza non c’è più e la brazadela ferrarese viene considerato il dolce facile e veloce che possono fare anche i più piccoli perché non prevede grandi difficoltà e l’impasto va lavorato a mano, perfetto per divertirsi a sporcarsi le mani. La brazadela è un dolce povero e quindi viene fatto anche senza una particolare occasione di festeggiamento; grazie alla sua versatilità come dolce perfetto dalla colazione alla cena sparisce in un batter d’occhio.
Il gusto è semplice perchè gli ingredienti sono pochi: uova, burro, latte, farina, lievito, zucchero e buccia di limone. Con così pochi ingredienti è difficile non incontrare il gusto di chi la assaggia, adulti come bambini o anziani.


Contattaci per informazioni

Per informazioni e disponibilità sui nostri prodotti. Ti risponderemo in breve tempo.

Concedo il consenso *
Newsletter

Chi Siamo

Il panificio "Il Panetterie" di Ferrara, lavorando in modo artigianale, produce un buon pane fragrante e profumato come la "Coppia Ferrarese", specialità di Ferrara; e ampliando la scelta dei prodotti sia di pane che di dolci.

Cashback World

Punto Vendita